BLU

Caf Cap Carrassi - S.Pasquale - Mungivacca e attività decentrate su Q.re Madonnella

CENTRO DI ASCOLTO PER LE FAMIGLIE (CAF)

Il Centro di Ascolto per le Famiglie, persegue, come finalità principale, la creazione di una struttura di intervento sociale integrata e partecipata eorganizzata per esserein grado di offrire e sperimentare, nella maniera più flessibile e differenziata, nuove forme di sostegno ai compiti di cura e agli impegni educativi che ogni giorno caratterizzano la vita delle famiglie.

A chi è rivolto:
Adulti, coppie, famiglie italiane e straniere in condizioni di difficoltà e non, anche portatori di handicap non gravi, divisi in target group per interessi ed attività in relazione alle disposizioni normative previste dagli artt. 93 e 104 del Regolamento Regionale. Minori italiani e stranieri in condizioni di difficoltà e non, anche portatori di handicap non gravi, divisi in target group per interessi ed attività in relazione alle disposizioni normative previste dagli artt. 93 e 104 del Regolamento Regionale.

Accesso alle prestazioni 
Al Centro di Ascolto per le Famiglie e al Centro Aperto Polivalente per Minori si accede sia rivolgendosi direttamente al servizio, telefonando o mandando una mail. Si può accedere anche attraverso la segnalazione dell'Ufficio Sociale di pertinenza, oppure attraverso la segnalazione di altri Enti presenti sul territorio (scuole, consultorio ecc). Le prestazioni dei servizi CAF e CAP sono erogate gratuitamente all'utenza.

Servizi

  • Sportello di Ascolto: ha l'obiettivo di accogliere e ascoltare i bisogni dei cittadini e produrre azioni atte alla loro possibile soluzione. L'attività è svolta in collaborazione con lo sportello del servizio di Segretariato Sociale.
  • Consulenza psicologica: è rivolta ai singoli, alle coppie e alle famiglie che richiedono una valutazione specialistica delle loro situazioni sul fronte psicologico.
  • Consulenza pedagogica: è rivolta ai singoli, alle coppie e alle famiglie che richiedono una valutazione specialistica riguardo i rapporti educativi e le relazioni con i propri/proprie figli/figlie.
  • Consulenza legale: è rivolta ai singoli, alle coppie e alle famiglie che, richiedono una specifica valutazione da parte di un esperto legale, riguardo la possibile soluzione di questioni problematiche legate ad aspetti giuridici e penali.
  • Spazio Neutro: è un servizio per favorire e sostenere la continuità della relazione tra il bambino-ragazzo e i suoi genitori in presenza di contesti di separazione, divorzio conflittuale, affido e altre vicende di crisi familiare.
  • Mediazione familiare: è un servizio di consulenza specialistica a supporto di genitori e coppie in difficoltà, già separati o che manifestano l'intenzione di separarsi.
  • Sostegno alla genitorialità: ha l'obiettivo di sostenere e migliorare le competenze genitoriali, anche attraverso incontri informativi-formativi collettivi di tipo teorico e pratico–laboratoriale, sul significato e l'importanza delle tappe evolutive dei propri/proprie figli/figlie e della relazione con essi.
  • Sostegno alle neomamme: è un servizio finalizzato a sostenere ed aiutare le giovani madri attraverso momenti di informazione e confronto di gruppo e potrà anche essere integrato da azioni domiciliari.
  • Spazio famiglie: è un'azione che propone attività laboratoriali per nuclei familiari aventi bambini dai 3 ai 5 anni attraverso il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche.
  • Auto mutuo aiuto per genitori con figli disabili: azione che si incentra sul confronto collettivo delle storie di vita dei partecipanti, coinvolti e coadiuvati da un educatore con funzioni di facilitatore del gruppo.
  • Auto mutuo aiuto per genitori separati: azione che mira al miglioramento della relazionalità genitoriale, attraverso il confronto di gruppo dei partecipanti.
  • Centro anch'io: è un servizio che comprende un insieme di azioni finalizzate a creare occasioni di aggregazione, confronto e scambio solidale tra le famiglie, anche attraverso attività laboratoriali ed eventi.
  • Sportello di orientamento scolastico per le scuole secondarie di primo grado: è un servizio finalizzato ad informare ed orientare le famiglie aventi minori in obbligo formativo.
  • Inserimento scolastico per minori stranieri: azione in/formativa rivolta a genitori immigrati con figli minori finalizzata all'orientamento sull'offerta formativa presente sul territorio.
  • Risorse di rete: l'azione offre un sostegno concreto a nuclei familiari in condizioni di difficoltà economiche, attraverso una progettazione individualizzata, finalizzata all'identificazione e all'attivazione delle possibili risorse d'aiuto presenti sul territorio.
  • Turisti per casa: è unprogetto centrato sul concetto di "cittadinanza attiva" che ha la finalità di promuovere la conoscenza consapevole della città e la pratica dei diritti di cittadinanza da parte dei suoi abitanti.Tra le attività sperimentali del CAF:
  • Spazio Famiglie, azione destinata a nuclei familiari con bimbi in tenera età, per l'attivazione di percorsi di integrazione ed inclusione
    Auto Mutuo Aiuto Per Genitori Separati, azione rivolta a genitori separati per il sostegno e il supporto alla genitorialità, in caso di conflittualità nella ex coppia
    Turisti per casa: progetto di educazione alla cittadinanza che si prefigge l'obiettivo della conoscenza attiva e consapevole della città di Ba

CENTRO APERTO POLIVALENTE PER MINORI (CAP)
Il Centro Aperto Polivalente per Minori persegue la creazione di una struttura di intervento sociale integrata, partecipata eorganizzata per esserein grado di offrire a minori e giovani la possibilità di agire come "soggetti di diritti" e sperimentare, nella maniera più flessibile e differenziata, la creazione di relazioni che promuovano processi, tesi a favorire il protagonismo positivo dei ragazzi e delle ragazze, all'interno della vita del quartiere e della città.

Spazio Giovani: presa in carico di 40 minori durante il periodo scolastico e di 30 minori durante il periodo di chiusura delle scuole, segnalati dai Servizi Sociali Professionali (in raccordo con le istituzioni scolastiche e le altre agenzie socio-educative del territorio) che sono seguiti dal punto di vista educativo-relazionale, attraverso la predisposizione di un Piano Educativo Individualizzato.
Servizi

Durante il periodo scolastico (15 settembre - 15 giugno) i minori nello Spazio Giovani possono svolgere le seguenti attività:

  • laboratori di arte
  • laboratori di cucina
  • attività di socializzazione
  • laboratori intergenerazionali
  • laboratori interculturali
  • laboratori di manualità
  • laboratori pedagogici
  • laboratori sportivi
  • sostegno scolastico

Durante il periodo estivo (16 giugno–14 settembre) i minori possono partecipare alle attività ludico-educative e ricreative mattutine proposte all'interno del Centro Estivo.

  • Micro-progetto di educazione all'affettività e alla sessualità: Il progetto si struttura attraverso incontri con un esperto e momenti di confronto e riflessione nel gruppo di pari, finalizzati a facilitare tra i/le ragazzi/e lo sviluppo psico-relazionale e sessuale, approfondire la conoscenza di sé e del proprio corpo, individuare e analizzare le stereotipie sessuali, riflettere sulle differenze di genere, prevenire o contrastare il bullismo sessista e omotransfobico.
  • Peer-education: l'azione prevede la realizzazione di incontri formativi per adolescenti (peer-educators) in età compresa tra i 13 ed i 16 anni, che diventano protagonisti attivi di un processo educativo e generatori, all' interno del gruppo di pari, di modelli positivi di stili di vita, in relazione alla salute, al benessere e alla prevenzione di comportamenti a rischio.
  • Auto-mutuo-aiuto "Adolescenti e Gambling": l'azione è rivolta agli utenti adolescenti che si trovino in situazioni a rischio di dipendenza da gioco d'azzardo (gambling) e si prefigge, nella modalità del gruppo di pari supportato da un facilitatore adulto, di attuare un'azione di prevenzione dei comportamenti a rischio, sensibilizzare i partecipanti sul fenomeno del gioco di azzardo patologico e sulle problematiche ad esso connesse e offrire sostegno agli adolescenti dipendenti dal gioco d'azzardo patologico.
  • Consulenza psico-pedagogica nelle scuole: si rivolge a studenti, docenti e genitori che necessitano di una valutazione da parte di un esperto dell'area psicologica. Si realizza in forma individuale o collettiva attraverso la realizzazione di incontri, seminari tematici di informazione e approfondimento.
  • Educazione alla legalità: è un progetto che si avvale della collaborazione di figure esperte, quali avvocati, psicologi, educatori ed esperti di laboratorio, con lo scopo di realizzare un "libro/documento" audio/video al fine di:
  • promuovere l'assunzione di comportamenti corretti, rispettosi di sé e degli altri;
  • abituare al senso critico e valorizzare le proposte positive;
  • acquisire le capacità di discutere, affrontare problemi, indicare soluzioni;
  • capire che le regole sono strumenti indispensabili per una civile convivenza;
  • comprendere i valori della democrazia e della partecipazione attiva;
  • affinare la sensibilità verso le diversità e le differenze, acquisendo consapevolezza della pari dignità sociale e dell'uguaglianza di tutti i cittadini;
  • riconoscere le ingiustizie e le illegalità, anche quotidiane, per tutelare sé stessi e gli altri.
  • "Fatt' a Bar": è un percorso formativo di attività artigianali, propedeutico all'inserimento lavorativo per adolescenti segnalati tramite Sportello di Ascolto e/o Servizio Sociale Professionale, istituzioni scolastiche o altre agenzie socio-educative del territorio ed è rivolto ad utenti adolescenti (15-17 anni) e giovani adulti.

Tra le attività sperimentali del CAP:

  • Peer education: strategia educativa finalizzata a favorire la comunicazione tra gli adolescenti, attraverso lo scambio di esperienze capaci di innescare la costruzione di percorsi di prevenzione del disagio e promozione dell'agio;
  • Auto Mutuo Aiuto Adolescenti e Gambling: azione rivolta ad adolescenti che si trovano in situazioni di rischio da dipendenza da gioco d'azzardo;
  • Fatt' A Bar: percorso formativo di attività artigianali per adolescenti
  • La nuova progettualità del Caf/Cap contribuirà alla crescita dell'esperienza del progetto P.I.P.P.I (Programma di Intervento per la Prevenzione dell'Istituzionalizzazione), avviato a Bari, in via sperimentale, nel marzo 2011.

Sede Servizi CAF CAP
Viale Unità d'Italia, 63/c – 70124 BARI
Tel 0808764746 – 3939925335
Fax 080 8764724Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">
web: www.welfarebari.info
pagina fb: cafcap carrassi
email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;">

Orario di apertura al pubblico
Centro d'Ascolto per le Famiglie
lunedì: ore 9,30 – 12,30
martedì: ore 9,30 – 12,30
mercoledì: ore 9,30 – 12,30
giovedì: ore 9,30-12,30 e 16,00-19,00
venerdì: ore 9,30 – 12,30
sabato: ore 16,30-18,30

Orario di apertura al pubblico
Centro Aperto Polivalente per Minori
Dal 15 settembre al 15 giugno: dal lunedì al venerdì: ore 15,15 – 19,15
Dal 16 giugno al 14 settembre: dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 14,00

Clicca qui per leggere la carta servizi del Caf Cap

 

Questo sito utilizza cookie. Continuando nella navigazione ne acconsenti l'utilizzo Maggiori informazioni