pexels-sharon-mccutcheon-1148998Il Centro Servizi per le Famiglie Carrassi, San Pasquale, Mungivacca, un servizio dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari gestito dalla cooperativa sociale Progetto Città, apre le porte della sua sede in viale Unità d’Italia per la prima volta ai più piccoli. Parte infatti a gennaio 2022 una nuova attività, che prevede di ospitare in uno spazio adeguatamente attrezzo bambine e bambine tra i 3 e i 5 anni.

L’attività è in programma due venerdì al mese, nel pomeriggio, dalle 16 alle 18, e prende in carico i piccoli. Sono previsti laboratori, giochi, fabulazione, sperimentazioni, manipolazione. I genitori possono scegliere di lasciarli alle cure degli operatori e delle operatrici, o gli adulti possono essere coinvolti in attività mamma-bambino/a, papà-bambino/a, mamma-papà-bambino/a.

Le novità del CSF non finiscono qui e riguardano ancora i genitori dei più piccoli. Parte la “Scuola genitori”. La Dott.ssa Daniela Traversa, psicologa del CSF, conduce i genitori attraverso il complesso mondo dell’essere neo genitore e genitore in tutti i suoi aspetti. Un gruppo per confrontarsi con altri papà e altre mamme dedicato a chi è desideroso di fare del proprio meglio!

 

Il Centro Servizi per le Famiglie Carrassi, San Pasquale, Mungivacca si trova in Viale Unità d'Italia, 63/c – 70124 Bari. Per informazioni: Tel 0808764746 Fax 080 8764724 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio civilePubblicato il bando 2021 del Servizio Civile Universale, un’esperienza "megagalattica" che migliora le competenze.

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDA: 26 GENNAIO 2022 h 14:00

POSTI DISPONIBILI BANDO ORGINARIO: 65

POSTI DISPONIBILI SERVIZIO CIVILE DIGITALE: 8

CHI PUÒ PARTECIPARE: RAGAZZ* TRA I 18 E 29 ANNI NON COMPIUTI

DURATA: 12 MESI

CONTRIBUTO ECONOMICO: 444,30€ mensili

Legacoop Puglia garantisce ai volontari il rilascio di un attestato di competenze da parte di un ente terzo 4FORM e 3 mesi di tutoraggio!

Info: https://www.legacooppuglia.it/servizio-civile/pubblicato-il-bando-2021-del-servizio-civile-universale/?fbclid=IwAR1Pl_tPPpgW_Vr3mYCwbCGAhDIGBi5qIRfq6n_WOhhd38jEAB005DvQBZ0

 

Libri

Cliccando sul link qui di seguito è possibile scaricare la Bibliografia "Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza" realizzata a cura della Biblioteca dei Ragazzi[e].

BIBLIOGRAFIA

Locandina museo DEF“AL MUSEO, IN FAMIGLIA, È FESTA”: tre appuntamenti imperdibili con attività ludico-didattiche per conoscere, giocare, ricreare. Bambini, mamme, papà, nonni e nonne possono partecipare a una esperienza immersiva, divertente e didattica che copre l’arco delle feste natalizie al Museo Archeologico di Santa Scolastica.

L’iniziativa è gratuita (con prenotazione obbligatoria) ed è rivolta alle famiglie con bambini da 4 a 10 anni. Una archeologa e due animatori/atelieristi, professionisti messi a disposizione dalla Coop. Soc. Progetto Città, accompagneranno gli avventori alla conoscenza del patrimonio storico-archeologico della città e a familiarizzare con il Museo Archeologico.

PRIMO APPUNTAMENTO 19 DICEMBRE 2021: “I VASI RACCONTASTORIE”

1^ parte : Visita guidata alla Sala “Japigi e Greci nella Puglia antica”, sita al piano terra. L’attenzione dei piccoli partecipanti sarà focalizzata in particolare su taluni vasi esposti, le cui scene dipinte alludono ad alcuni dei miti o personaggi mitologici greci più noti (Eracle, Orfeo, il mito di Zeus ed Europa, ecc.) per far capire ai bambini come i vasi possano di fatto essere equiparati a dei libri illustrati che raccontano storie molto antiche.  Concluderà la visita la lettura ad alta voce di un albo illustrato inerente agli argomenti trattati.

2^ parte : Attività di laboratorio - spazio bookshop, piano terra. Saranno messi a disposizione dei bambini, delle bambine e dei loro familiari su un grande foglio posizionato sul pavimento, delle sagome riproducenti varie tipologie di crateri/vasi. Bambini e bambine potranno raccontare con i loro disegni, all’interno degli spazi delle sagome, le storie dei loro supereroi preferiti con l’utilizzo di pastelli, pennarelli, carte colorate. L’attività sarà fruibile attraverso 3 turni della durata ciascuno di 50’ ca. negli orari: 9,30/10,20 -  10,30/11,20 - 11,30/12,20

SECONDO APPUNTAMENTO 2 GENNAIO 2022: “OGGI L’ARCHEOLOGO LO FACCIO IO!”

1^ parte: Visita guidata alla sala  “Il Neolitico in Terra di Bari”, sita al primo piano. I partecipanti saranno invitati a osservare nelle teche della sala, in particolare, quei reperti che ci forniscono informazioni sulla vita quotidiana delle comunità neolitiche (i grandi contenitori in argilla, gli strumenti in selce e ossidiana, le spatole, gli ornamenti, le statuette fittili, ecc.) e che ci aiutano a comprendere come e dove vivevano, su cosa era fondata la loro economia, quali riti praticavano.

2^ parte ; Attività di laboratorio - spazio bookshop, piano terra. Ragazzi e ragazze giocheranno a immedesimarsi nella figura dell’archeologo, ma la loro indagine si concentrerà sull’analisi di “reperti archeologici moderni”, ovvero, comuni oggetti di uso quotidiano trasformati e riproposti come “reperti” particolari, che ciascuno dovrà reinterpretare in maniera “ludoscientifica”: Ragazzi e ragazze saranno chiamati singolarmente e in gruppo a immaginare per ognuno di essi se è stato buttato via o dimenticato, se è rotto o intero, la sua funzione e l’utilizzo, la possibile composizione materica originaria, il tempo storico in cui è stato utilizzato, la civiltà e la popolazione a cui apparteneva, ecc. Tutte le informazioni ipotizzate saranno raccolte e organizzate dai ragazzi e delle ragazze attraverso la compilazione di un’apposita scheda. L’attività sarà fruibile attraverso 3 turni della durata ciascuno di 60’ ca. negli orari; 9,30-10,30  / 10,40- 11,40 /11,50 – 12,50

TERZO APPUNTAMENTO 6 GENNAIO 2022: “LE COLLEZIONI DELLE MERAVIGLIE”.

1^ parte: Visita guidata alla sala “Collezione Polese”, sita al  piano terra. L’obiettivo della visita sarà quello di portare l’attenzione di ragazzi e ragazze sulla varietà degli oggetti (per tipologia, materiale, epoca, ecc.) che generalmente compongono una collezione museale a partire da quelli raccolti nella sala della “Collezione Polese” presente nel Museo di Santa Scolastica, costituitosi esso stesso in buona parte, nel corso dei decenni, grazie anche all’acquisizione di collezioni private o parti di esse.

2^ parte: Attività di laboratorio - spazio bookshop, piano terra. Il laboratorio proporrà ai ragazzi e alle ragazze la realizzazione di piccole wunderkammer – “stanze delle meraviglie” in miniatura– sulla falsariga di quelle che a partire dal ‘600 erano presenti nelle case di nobili e privati e in cui venivano esposte “mirabilia” a carattere naturalistico, scientifico, artistico e che hanno dato origine alla nascita dei musei. Saranno, infatti, a disposizione dei ragazzi scatole e materiali di vario tipo da trasformare, colorare, ritagliare, ecc. per allestire le proprie personali e meravigliose collezioni museali. L’attività sarà fruibile attraverso 3 turni della durata ciascuno di 60’ ca. negli orari; 9,30-10,30  / 10,40- 11,40 /11,50 – 12,50

 

Ingresso gratuito e su prenotazione. Scriveteci per aderire: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Iniziativa organizzata da Coop. Soc. Progetto Città 19 dicembre, 2 e 6 gennaio - ore 9.00 - 13.00

Locandina museo DEF 1

pexels-yan-krukov-8613089
 
Al via “Diritti ai Diritti” il programma di contrasto alla povertà educativa dell’Assessorato al welfare del Comune di Bari che prevede una kermesse di iniziative ed eventi.
 
Il 9 novembre, alle 16.30, sarà inaugurato il primo dei nuovi quattro Spazi Sociali per Leggere della Biblioteca Popolare Diffusa e di Comunità rivolti a bambine/i e ragazze/i della città quali luoghi di incontro, scambio, promozione e svolgimento di attività socio educative culturali e di promozione della lettura.
Le attività sono coordinate dalla Biblioteca Dei Ragazzi-e Bari Progetto Città Coop. Soc. in rete con enti ed organizzazioni del welfare cittadino.
 
Qui il programma completo delle inaugurazioni dei nuovi Spazi Sociali:
 
9 novembre, ore 16.30
Spazio Sociale per Leggere per bambini/e con bisogni speciali
Casa Pandora, via Napoli, 391
“Segni, disegni e storie” letture condivise con albi illustrati in CAA comunicazione aumentativa e alternativa, a cura della Biblioteca dei Ragazzi[e]
Art. 31 - Diritto alla cultura e all’arte - gli stati membri si impegnano a rispettare e favorire il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale ed artistica ed incoraggiano l’organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali.
 
12 novembre, ore 16.30
Spazio Sociale per Leggere minori di seconda generazione
Casa delle Culture, via Barisano da Trani 15
“Di qua e di là dal mare: filastrocche migranti” Reading e laboratorio di filastrocche con l’autore Carlo Marconi, ed. Gruppo Abele
Art. 22 - gli Stati parti adottano misure adeguate affinché un fanciullo che cerca di ottenere lo statuto di rifugiato, oppure è considerato come rifugiato ai sensi delle regole e delle procedure del diritto internazionale o nazionale applicabile, solo o accompagnato dal padre e dalla madre o da ogni altra persona, possa beneficiare della protezione e della assistenza umanitaria necessarie per consentirgli di usufruire dei diritti che gli sono riconosciuti dalla Convenzione e dagli altri strumenti internazionali relativi ai diritti dell’uomo o di natura umanitaria di cui detti Stati sono parti.
 
16 novembre, ore 16.30
Spazio Sociale per Leggere prima infanzia
Nest Bari - Via Manzoni, 226/A
“Crescere leggendo” Workshop Nati per Leggere con pediatri, bibliotecari, educatori
Art. 23 - il fanciullo ha diritto alla libertà di espressione. Questo diritto comprende la libertà di ricercare, di ricevere e di divulgare informazioni ed idee di ogni specie, indipendentemente dalle frontiere, sotto forma orale, scritta, stampata o artistica, o con ogni altro mezzo a scelta del fanciullo.
 
19 novembre, ore 17
Spazio Sociale per Leggere Adolescenti
Casa delle Bambine e dei Bambini, Strada Modugno Carbonara 110, 4
“Nei panni di Zaff” Performance teatrale su stereotipi, identità e genere di e con l’attore Giacomo di Mase
Art. 5 - gli Stati parti rispettano la responsabilità, il diritto ed il dovere dei genitori o, se del caso, dei membri della famiglia allargata o della collettività, come previsto dagli usi locali, dei tutori o altre persone legalmente responsabili del fanciullo, di dare a quest’ultimo, in maniera corrispondente allo sviluppo delle sue capacità l’orientamento ed i consigli adeguati all’esercizio dei diritti che gli sono riconosciuti dalla Convenzione
 
Maggiori informazioni: tel. 080 9262102 – mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CBB Emporio e Boutique SolidaliIl Natale è sempre un momento di grande fermento presso La Casa delle Bambine e dei Bambini: sono tante, infatti, le donazioni in arrivo - anche in questo 2021 - per il Centro polifunzionale per l’Infanzia e l’Adolescenza che supporta i più piccoli attraverso servizi educativi, percorsi per la genitorialità e beni di prima necessità in accordo con le politiche dell’assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Tra gli spazi della CBB, nel complesso Baridomani (Strada Provinciale 110 Modugno-Carbonara 4/2 e 4/4), trovano posto l’Emporio e la Boutique Solidali, a cui le famiglie più fragili possono accedere grazie a Avviso Pubblico del Comune di Bari e tramite segnalazione dei Servizi Sociali territoriali, in base a criteri definiti. Alimenti per la prima infanzia e giocattoli, libri, cartoleria, abbigliamento, passeggini e lettini, sono tanti i beni disponibili, che vengono donati da privati e da aziende.

Proprio diverse aziende, in occasione del Natale, manifestano un sentimento di solidarietà vero e concreto tramite donazioni che permettono di andare ad alleggerire il numero dei bisogni delle famiglie assistite dal servizio.

«Le donazioni delle aziende sottolineano il valore della solidarietà e la capacità del territorio di fare rete in caso di bisogno da parte di cittadine e cittadini in condizioni di fragilità», spiega Francesca Bottalico, assessore al Welfare, alla Città Inclusiva e Solidale del Comune di Bari. «Come scriviamo nei nostri attestati “Grazie di cuore”, consegnati ai grandi donatori insieme all’omaggio di opere siglate dell’artista Francesco Mangini, questi gesti sono un supporto che dona serenità a tanti genitori in difficoltà e ai loro bambini».

Per il Natale 2021, tra le donazioni più consistenti delle ultime settimane:

  • ADS Bari Road Runners Club donerà alimenti specifici e due passeggini nuovi incontrando le famiglie a cui sono destinati sabato 18 dicembre 2021 alle 9:30 alla presenza dell’assessore Francesca Bottalico;
  • Sfero onlus, già donatrice in passato, donerà 10 passeggini nuovi destinati alle famiglie in carico;
  • l’RSU dipendenti di una multinazionale, che preferisce restare anonima, come ogni anno raccoglierà alimenti e prodotti igienico sanitari per la prima infanzia.

Sono tante le piccole e grandi realtà che hanno sostenuto da subito La Casa delle Bambine e dei Bambini, tra cui Coop, Divella, Biscotti Di Leo, Baciuzzi, INPS, Rotary Club Bari e Rotary Club Bari Castello, La Cartoleria.

La Casa delle Bambine e dei Bambini accetta donazioni anche dai privati cittadini. Attualmente le donazioni si ricevono il martedì e il sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30 previo appuntamento telefonico allo 0802040908. Presso Emporio e Boutique è possibile donare:

  • Alimenti per la prima infanzia e per la famiglia
  • Prodotti igienico sanitari
  • Accessori piccoli e grandi per l’infanzia
  • Abiti per la stagione in corso per bambine e bambini fino ai 10 anni
  • Giochi in ottimo stato
  • Letteratura per l’infanzia e per ragazzi e ragazze, albi, libri

 

SpazioQuattro4 - Copia

Martedì 16 novembre 2021 è stato inaugurato, alla presenza dell’assessora al Welfare del Comune Francesca Bottalico, Spazio Quattro/4, il centro polifunzionale per l’adolescenza. Si tratta di nuovi spazi che vanno ad arricchire la proposta educativa, cultura e di sostegno de La Casa delle Bambine e dei Bambini, centro polifunzionale per l’infanzia e ora anche per l’adolescenza, che si trova presso il complesso Baridomani (SP Modugno-Carbonara 4/2, zona stadio San Nicola).

Lo Spazio Quattro/4 è interamente dedicato agli adolescenti, italiani e immigrati, residenti sul territorio cittadino, un progetto nato per accompagnare, attivare e sostenere i percorsi di crescita, benessere e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi.

Gli obiettivi primari del servizio dell’Assessorato al Welfare, gestito da Elpendù e dalla cooperativa sociale Progetto Città, sono:

  • ATTIVARE azioni integrate di coinvolgimento degli adolescenti e sostenere e accompagnare il loro percorso evolutivo di definizione di identità e acquisizione di autonomia attraverso attività che promuovano l’educazione tra pari, l’auto efficacia e lo sviluppo di capacità prosociali;
  • PROPORRE esperienze innovative di educazione tra pari e di incontro tra generazioni e culture differenti;
  • SOSTENERE la prevenzione del disagio evolutivo e favorire l’ascolto e l’espressione delle emozioni degli adolescenti.
  • ATTIVITÀ ARTISTICHE ED ESPRESSIVE laboratori di arte, musica, teatro, cinema, graphic design, creazione di contenuti multimediali;
  • ORIENTEERING studio-lavoro e attività di sostegno alla scelta dei percorsi di studio;
  • CONSULENZE PSICOLOGICHE E INCONTRI INFORMATIVI con esperti e consulenti;
  • PARTECIPAZIONE ATTIVA alle attività dell’Emporio e della Boutique come esperienza di partecipazione e di impegno sociale.

«Siamo molto felici di aver iniziato questo percorso, con la creazione di un luogo di nuova concezione in cui gli adolescenti, soprattutto dopo i difficili momenti del lockdown, possano incontrarsi e imparare a conoscere se stessi, la propria identità e quella degli altri, e soprattutto sperimentare indipendenza e potenzialità», ha fatto sapere il sindaco Decaro.

A fargli eco l’assessora Bottalico: «Si tratta di uno spazio a misura di teenager, con zona relax, corner dello sport, postazioni per l’utilizzo di computer, tablet, schermo televisivo, console e videogiochi, area fai da te attrezzata e fornita di molteplici materiali e strumenti di uso. La cosa più straordinaria è che sono le ragazze e i ragazzi stessi che stanno progettando questi spazi, che potranno essere rimodulati e vissuti come una scoperta e una ricerca continua».

Nello Spazio Quattro/4 (nome ispirato dal civico dell’indirizzo all’interno del complesso) si svolgeranno numerose attività, tra cui:

  • ATTIVITÀ ARTISTICHE ED ESPRESSIVE laboratori di arte, musica, teatro, cinema, graphic design, creazione di contenuti multimediali;
  • ORIENTEERING studio-lavoro e attività di sostegno alla scelta dei percorsi di studio;
  • CONSULENZE PSICOLOGICHE E INCONTRI INFORMATIVI con esperti e consulenti;
  • PARTECIPAZIONE ATTIVA alle attività dell’Emporio e della Boutique come esperienza di partecipazione e di impegno sociale.

Proprio l’inaugurazione del centro polifunzionale per l’adolescenza sarà l’occasione, per La Casa delle Bambine e dei Bambini, di presentare il nuovo Emporio e la nuova Boutique, rinnovati e ampliati, che potranno così sostenere al meglio le famiglie in situazioni di fragilità economica grazie alla donazione di alimenti, prodotti per l’infanzia, abbigliamento, libri, giocattoli e cartoleria.

 

Spazio Quattro/4 si trova in S.P. 110 Modugno-Carbonara, n. 4/4 Bari presso il complesso Baridomani (vicino allo stadio San Nicola)

Il servizio è aperto nelle giornate di martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 15,30 alle 19,30

I contatti: tel. 080 2040908 - Cell. 388 9805330 www.cbbbari.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Instagram @Spazioquattro4

CSF Carrassi, San Pasquale, MungivaccaSono partite, in continuità con le precedenti, le attività del nuovo progetto del Centro Servizi per le Famiglie del Municipio 2 – Territori di Carrassi, San Pasquale e Mungivacca dell’assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Con la nuova progettualità, il CSF di Viale Unità d’Italia 63/c diventa anche Casa della Salute dei Bambini, grazie alle attività di informazione, screening e prevenzione programmate e rese possibili dalla disponibilità di medici e volontari. 

«Le finalità del CSF, naturalmente, restano sempre le stesse: mettere in rete le cittadine e i cittadini, minori e adulti, con i servizi e le opportunità del territorio, cercando di risolvere le criticità e di dare la possibilità di partecipare alla vita della comunità, sviluppando il senso di legalità e la cittadinanza attiva», spiega l’assessora al Welfare Francesca Bottalico in occasione dell’inizio delle attività.

Le novità

Tra le novità, che verranno sviluppate da Progetto Città Cooperativa Sociale nei prossimi 5 anni grazie ai fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre alla Casa della Salute dei Bambini troviamo anche lo sportello dedicato all’affido, in rete con il servizio di affido del Comune di Bari per l’orientamento e l’informazione alle famiglie interessate, e l’hub di sostegno alla povertà economica, che offrirà agli aventi diritto il servizio di “spesa solidale” in rete con le attività commerciali del territorio.

Il CSF Carrassi, San Pasquale, Mungivacca

Al Centro Servizi per le Famiglie si accede sia rivolgendosi direttamente al servizio, sia su segnalazione da parte del Servizio socio educativo del Municipio, dello sportello di Segretariato Sociale e degli enti pubblici e privati partner del progetto del CSF. Le prestazioni sono erogate gratuitamente all’utenza.

Tra le attività e i servizi offerti a minori e adulti:

  • Sportello di orientamento e ascolto
  • Sportello di sostegno, accompagnamento e orientamento per genitori e adulti
  • Consulenza psicologica
  • Consulenza pedagogica
  • Spazio neutro
  • Attività ludico-ricreative, sportive, socio-culturali

Progetto Città è lieta di presentare il nuovo consiglio di amministrazione della cooperativa.

Ecco la prima foto dei sette neo consiglieri: Davide Vallarelli, Monica Ferorelli, Luigi Santoro, Maria Giovanna Lupoli, Nicola Lupoli, Gina Depalma e Fabio Gelao.

Il presidente della cooperativa nominato dal CDA è Fabio Gelao (nella foto al centro) e la vicepresidente Gina Depalma (in foto accanto a lui).

Questo sito utilizza cookie. Continuando nella navigazione ne acconsenti l'utilizzo Maggiori informazioni