Notte dei desideriUn’occasione per festeggiare il compleanno della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza: venerdì 18 novembre arriva “La notte dei desideri” – La notte bianca dei bambini e delle bambine. Appuntamento dalle 17:00 alle 22:00 presso il Consiglio Regionale della Puglia, in via Gentile 52, Bari.

L’evento

Fortemente voluto dal Garante dei Diritti del Minore, e organizzato da Coop. Soc. Progetto Città, l’appuntamento su prenotazione ha già registrato il tutto esaurito con le adesioni dei partecipanti all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

«Tornare in presenza con una manifestazione dedicata alle bambine e ai bambini come “La notte dei desideri” è un segnale importante per il territorio», spiega Ludovico Abbaticchio, il Garante dei Diritti dei Minori della Regione Puglia. «L’impegno delle Istituzioni per tutelare uno sviluppo sano deve essere costante e sempre maggiore. La popolazione ha risposto con grande entusiasmo e siamo felici di poter festeggiare insieme a tutte e tutti i primi 33 anni della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza».

Il programma

Ore 17.00: Accoglienza dei ragazzi/e dei partecipanti presso la sede della Regione Puglia a cura di Un Clown per Amico A.P.S.

Il bar dei bambini e delle bambine, light dinner/merenda di benvenuto per i partecipanti

Ore 17.30: Saluti istituzionali e intervento del Garante dei Diritti del Minore della Regione Puglia 

Ore 18-20.30: attivazione di corner ludico-laboratoriali (fruibili in piccoli gruppi a rotazione)

- Un Clown per Amico A.P.S. – Laboratori di Piccolo Circo

- Associazione Culturale Leggere Coccole E.T.S. – Poesie di Stoffa

- Associazione Culturale Leggere Coccole E.T.S. – Strappi Perfetti

- Associazione Laicale Sacro Cuore A.P.S. – Le storie dell’uomo dei sogni

- La Bottega di Sibilla di Sibilla Potenza – Diritti E-Stesi

- Florisa Sciannamea – Laboratorio di Creatività

- Planetario di Bari – Osservazioni astronomiche al Telescopio

- Il Nuovo Fantarca – La Meraviglia nello Sguardo

- Associazione Culturale Madimù – Esprimi un Desiderio

- Associazione Anto Paninabella OdV – Presentazione del libro: “Prendi una Lacrima”

Ore 20.30: Spettacolo L’OPERA DI PULCINELLA di e con Paolo Commentale

Ore 21.00: Spettacolo MR BIG CIRCUS CABARET di e con Christian Lisco

Ore 21.30: Spettacolo finale a cura di Ilaria De Angelis

Notte dei desideri programma

La Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

La Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Convention on the Rights of the Child - CRC) è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la Legge n. 176.

La Convenzione è il trattato in materia di diritti umani con il più alto numero di ratifiche: a oggi sono 196 gli stati vincolati giuridicamente al rispetto dei diritti in essa riconosciuti. Composta di 54 articoli, è ripartita in tre parti: la prima con l’enunciazione dei diritti (artt. 1-41), la seconda con gli organismi preposti e le modalità per il miglioramento e il monitoraggio della Convenzione (artt. 42-45), la terza con la procedura di ratifica (artt. 46-54).

I quattro principi fondamentali della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza:

·        Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minorenni, senza distinzione di etnia, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.

·        Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.

·       Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino e dell’adolescente (art. 4): gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione internazionale.

·        Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

sportello-informativo-enti-terzo-settoreAttivo a partire da settembre, lo “Sportello per l’informazione alla rete del Terzo Settore dell’offerta pubblica dei servizi del welfare cittadino”, o per brevità “Sportello degli Enti del Terzo Settore”, è il nuovo servizio a cura del Segretariato sociale nato per permettere a tutti gli ETS, a associazioni, parrocchie, consorzi, volontari, organi istituzionali di beneficiare di uno sportello informativo costituito ad hoc per una condivisione più efficace ed efficiente delle informazioni inerenti l’offerta pubblica dei servizi.


L’obiettivo è di rafforzare la rete formale e informale dei beneficiari che operano nel sociale e nel Terzo Settore, favorendo la conoscenza dell’offerta pubblica dei servizi del welfare attivi nelle singole aree (Adulti in difficoltà, Immigrazione, Disabilità, Minori e famiglie, Anziani), delle modalità e della documentazione per l’accesso, delle informazioni utili sia in merito ai servizi comunali che per quelli attivati dal Terzo Settore.


Lo sportello per gli Enti del Terzo Settore è attivo ogni mercoledì pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00, previo appuntamento da richiedere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">
Si affianca inoltre al servizio di sportello che potrà essere fruito singolarmente dalle realtà, un
programma di incontri formativi, due per ciascuna area di intervento (Adulti in difficoltà,
Immigrazione, Disabilità, Minori e famiglie, Anziani) laddove gli iscritti si confronteranno con gli
operatori del Segretariato sociale che illustreranno i servizi attivi in ogni area: primo
appuntamento mercoledì 28 settembre 2022 alle ore 15.30 per l’illustrazione dei servizi attivi
dell’area “Adulti in difficoltà”. Al termine del percorso, ciascun partecipante potrà avere
strumenti che gli consentano - in caso di incontro con persone emarginate e in condizioni di
povertà o cittadini che necessitano di informazioni e che non accedono ai servizi di segretariato
sociale - di informare l’utenza, in modo completo ed efficace, su tutti i servizi che il territorio
locale offre, non limitando l’informazione ai soli servizi istituzionali attivi.

Gli incontri si svolgeranno nelle date sotto indicate a partire dalle ore 15.30
in presenza o da remoto in relazione al numero degli iscritti:

  • Area Adulti in difficoltà Mercoledì 28 Settembre 2022 e Mercoledì 7 Dicembre 2022
  • Area Immigrati Mercoledì 12 Ottobre 2022 e Mercoledì 21 Dicembre 2022
  • Area Disabili Mercoledì 26 Ottobre 2022 e Mercoledì 4 Gennaio 2023
  • Area Minori Mercoledì 9 Novembre 2022 e Mercoledì 18 Gennaio 2023
  • Area Anziani Mercoledì 23 Novembre 2022 e Mercoledì 1° Febbraio 2023

Al link seguente maggiorni informazioni, modalità e moduli per l'iscrizione agli incontri:

https://www.comune.bari.it/web/servizi-alla-persona/sportello-informativo-degli-enti-del-terzo-settore

 

CSF Mola di Bari 1Martedì 10 maggio 2022, alle ore 12, ha inaugurato il Centro Servizi per le Famiglie di Mola di Bari “Insieme per Crescere”, sito in Via Alcide De Gasperi 27: un punto di riferimento per offrire e sperimentare, nella maniera più flessibile e differenziata, nuove forme di sostegno ai compiti di cura e agli impegni educativi che ogni giorno caratterizzano la vita delle famiglie.

Il CSF di Mola di Bari è il primo tassello di un progetto più ampio, il Servizio Integrato per Minori e Famiglie “Insieme per Crescere”, che sarà operativo nei tre Comuni dell’Ambito Territoriale n.11: Mola di Bari, Noicattaro e Rutigliano.

“Insieme per Crescere” è un servizio integrato in quanto si articolerà in:

  • 3 Centri Servizi per le Famiglie, uno in ogni comune;
  • Servizio di Assistenza Domiciliare Educativa (ADE).

Presenti al taglio del nastro Giuseppe Colonna, sindaco di Mola di Bari; Nunzio Latrofa, vicesindaco di Noicattaro; Giuseppe Valenzano, sindaco di Rutigliano; Ludovico Abbaticchio, garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Puglia; Luigia Depalma, vice presidente Coop. Progetto Città, cooperativa esecutrice del Consorzio Elpendù (capofila del progetto realizzato con Consorzio Meridia e le cooperative sociali GEA e ITACA).

«Sono lieto di poter inaugurare questo nuovo presidio per il territorio, pensato per sostenere le coppie giovani, le famiglie monoparentali, i genitori temporaneamente in difficoltà, le famiglie immigrate e per diffondere e sostenere una partecipazione attiva alla vita di comunità», spiega il sindaco Colonna.

A fargli eco il Dott. Abbaticchio, che sottolinea «l’importanza, per le generazioni future, di una rinnovata e più sensibile attenzione all’educazione della salute e della socio-affettività di bambine e bambini, di ragazze e ragazzi».

«Questo punto di elaborazione, informazione e aiuto è ideato “per e tra le famiglie”. Non a caso è stato chiamato “Insieme per crescere”», conclude la Dott.ssa Depalma. «Nasce, infatti, dalla necessità di promuovere il benessere della vita familiare, offrendo un aiuto concreto per superare le sue criticità e le difficoltà (anche temporanee) di conciliare gli impegni e i complicati tempi di lavoro e di cura del mondo di oggi».

Le attività del CSF di Mola di Bari

Le attività del Centro Servizi per le Famiglie sono organizzate su tre aree tematiche:

  1. Area famiglia;
  2. Area affido e adozione;
  3. Area di sensibilizzazione e contrasto alla violenza.

Si rivolgono a adulti, coppie, famiglie, cittadini italiani e stranieri, bambine/i e adolescenti, nonché portatori di handicap lieve, con accesso diretto o su segnalazione dei Servizi Sociali Comunali, dei Consultori, del Tribunale per i Minori, degli Istituti Scolastici o di altri Servizi e Progetti Comunali.

Tra le attività e i servizi offerti, tutti gratuiti, troviamo:

  • Sportello informa famiglie
  • Sportelli d’ascolto
  • Consulenza psicologica
  • Consulenza pedagogica
  • Counseling di coppia e familiare
  • Mediazione familiare
  • Spazio neutro
  • Gruppi di auto mutuo aiuto
  • Spazi di incontro, laboratori psicoeducativi e momenti tematici di confronto per adulti, bambini, famiglie e adolescenti
  • Incontri e percorsi formativi di tipo teorico laboratoriale e seminari con esperti rivolti a singoli adulti e famiglie
  • Spazio giovani per adolescenti e neomaggiorenni
  • Realizzazione e promozione di opportunità attrattive, aggregative e socializzanti aperte alla cittadinanza
  • Servizi di Consulenza Legale individuale, di coppia e di gruppo

 

Info e prenotazioni: tel 351 522 6180 mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Logo demapSta prendendo forma il progetto DEMap, la mappatura a cura dell’Ufficio del Garante dei Diritti del Minore che intende intercettare, mettere in luce e valorizzare il protagonismo e le energie propositive dei minori e dei giovani adulti, il loro diritto di essere ascoltati e avere parola su tutte le questioni che li riguardano e che sono importanti per il loro presente e il loro futuro.

Saranno raggruppate associazioni, movimenti, consulte, consigli comunali dei ragazzi, gruppi politici studenteschi e anche cooperative sociali e APS che lavorano sulla partecipazione democratica e sulla cittadinanza attiva, che hanno supportato e prodotto esperienze significative all’interno della regione. In questo modo sarà data possibilità al cittadino di conoscere tutte le possibilità all’interno della propria città che abbiano a che fare con i diritti all’infanzia e con altre tematiche sensibili a ragazzi e giovani adulti, dunque comprendere quali esperienze fare.

È un progetto sperimentale – ha affermato il Garante regionale dei diritti del minore Ludovico Abbaticchioche vuole coinvolgere genitori, giovani e scuole sviluppando il protagonismo propositivo del mondo giovanile che si basa sull’occupazione di spazi democratici. Speriamo che possa diventare una ‘Best practice’ utilizzabile anche da altri enti”.

Da un punto di vista operativo il progetto è già partito con l’individuazione degli steckholders e la creazione di un dialogo con loro. A settembre poi sarà presentata la DEMap che costituirà un efficace strumento di “aggancio” e di supporto alla promozione della relazione e alla collaborazione con le istituzioni, l’Ufficio del Garante dei Diritti del Minore, il Consiglio Regionale della Puglia e i competenti Assessorati regionali, gli amministratori locali, le agenzie educative formali, non formali e informali del territorio regionale.

A seguito di questa mappatura capiremo come diffonderla e renderla fruibile da tutti. Questa sarà importante per capire come la Puglia in particolare oltre che la scuola e il mondo della famiglia, si stiano muovendo nel sostegno dei minori”. Tra le tematiche alle quali si darà maggiore attenzione c’è l’Educazione alla Salute, alla quale sono legate numerose patologie che riguardano il vivere dei ragazzi, dall’anoressia/bulimia alla tossicodipendenza.

Per informazioni o per richiedere il modulo di censimento del progetto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

inaugurazione 3Ha inaugurato martedì 3 maggio 2022 la Casa della Salute dei Bambini, presso il Centro Servizi per le Famiglie di Carrassi, San Pasquale, Mungivacca (viale Unità d’Italia 63/c). Un nuovo servizio gratuito dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari per tutta la cittadinanza, un presidio innovativo che si rivolge alle bambine, ai bambini e alle loro famiglie per diffondere la cultura della prevenzione e l’educazione al benessere.

«Oggi inauguriamo un nuovo presidio per la promozione della salute e per la prevenzione rivolto ai bambini e alle bambine e alle loro famiglie», spiega l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, presente al taglio del nastro. «La Casa della Salute dei Bambini/e è un servizio cittadino che nasce in prossimità dell’ospedaletto e offrirà un programma di azioni socio sanitarie gratuite, attività di screening, azioni di sensibilizzazione, visite mediche pediatriche relative all’igiene dentale, visite oculistiche, uditive ma anche neuropsichiatriche, psicologiche rivolte a sostenere il benessere dei bambini e delle bambine e agli adolescenti e sostenere la loro crescita e ben essere, intervenendo con tempestività e in fase preventiva nel caso di situazioni a rischio o in disagio socio economico e offrendo a tutti i genitori pari accessibilità alle visite mediche specialmente in un periodo socio economico e psicologico difficile con quello che stiamo vivendo. Una rete di antenne sociali, oramai più di 100 sul territorio, capaci di leggere e orientare al meglio i bisogni socio psicologico dei cittadini, dagli anziani agli adolescenti».

«Sono davvero lieta dell’avvio di questa attività», le fa eco Elena Santoro, coordinatrice del servizio. «Spero che possa diventare un punto di riferimento per il territorio, un luogo di inclusione e promozione del benessere in ogni suo significato per tutta la città».

La Casa della Salute dei Bambini di Bari comprende:

• il nuovo presidio presso il Centro Servizi per le Famiglie di Carrassi, San Pasquale, Mungivacca;

• il servizio di attività ludiche, artistiche ed espressive presso l’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, coordinato da Nicola Lupoli, che si avvale del team di educatori e personale specializzato formato da Nicola Ranieri, Rosa Palermo e Silvano Di Pippo.

Il presidio presso il CSF di Carrassi, San Pasquale, Mungivacca

Il calendario degli appuntamenti del Centro in Viale Unità d'Italia è bimestrale, per consentire sia ai medici che ai cittadini di pianificare gli incontri, e prevede la presenza di pediatri, ma anche di odontoiatri che si occuperanno della cura della bocca e dell’igiene dentale, di oculisti, di gastroenterologi, di neuropsichiatri che approfondiranno il rapporto con le emozioni e le sentinelle del disagio psicologico adolescenziale.

Tra gli specialisti che si sono messi a disposizione della nuova Casa della Salute dei Bambini di Bari:

  • Dottor Vitantonio Uggenti, odontoiatra;
  • Dottoressa Mina Panzarino, pedagogista ANPE Puglia e Basilicata;
  • Dottoressa Katia Pinto, psicologa e psicoterapeuta associazione Alzheimer;
  • Clown dell’associazione Vivere a colori;
  • Dottor Mauro Scattarella, gastroenterologo;
  • Dottor Antonio Di Gioia, psicologo;
  • Dottor Vincenzo Frappampina, pediatra;
  • Dottor Stefano Costa, neuropsichiatra.

Il servizio, gratuito, sarà disponibile per bambine, bambini, adolescenti e le loro famiglie previa prenotazione e si atterrà strettamente alle norme anti-Covid vigenti.

 

Si parte il 10 maggio, alle ore 16, con un incontro di informazione sull’igiene orale in età pediatrica e adolescenziale, seguito da visite di screening gratuite per i partecipanti.

Per info e prenotazioni: telefono 080 87.64.746 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2022-estate-leggeràAl via la kermesse di appuntamenti di “Estate Leggerà 2022”: fino al 4 settembre un fitto programma di eventi con lobiettivo del contrasto alla povertà educativa dei minori, promosso dall’Assessorato comunale al Welfare e gestito dalla Biblioteca dei Ragazzi[e] della cooperativa sociale Progetto Città in collaborazione con le organizzazioni che fanno parte delle reti cittadine Bari Social Book e Bari Social Summer. In totale saranno 245 le attività e iniziative proposte nei mesi estivi.

In linea con l’Obiettivo 4 dell’Agenda 2030, quello di “fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”, il programma nasce con l’obiettivo di promuovere occasioni per apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni.

Rivolti a bambini/e, ragazzi e ragazzi e loro famiglie, diversi sono perciò gli appuntamenti - educativi, formativi, culturali e ricreativi - finalizzati a sostenere percorsi di costruzione delle comunità educanti e a valorizzare il senso di solidarietà, collaborazione e cooperazione tra pari, abbattimento degli stereotipi culturali e razziali, socialità e relazioni positivi intergenerazionali, nonché a promuovere  una cultura nonviolenta e di pace.

“Il lavoro quotidiano per il contrasto alle povertà educative e la promozione di comunità inclusive continua con un programma aggiuntivo di iniziative e azioni in tutta la città nel corso di questa estate - sottolinea l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. Centinaia di iniziative diffuse, gratuite, rivolte a tutti e a tutte, con particolare attenzione ai minori con disabilità, ad accesso libero o su segnalazione. Attività in piazza, nelle strade, nei giardini e nei parchi coordinate dalla Biblioteca dei ragazzi/e e dalla rete Bari Social Book con la rete territoriale dei servizi del Welfare, appuntamenti pensati per i più piccoli, ma non solo, per offrire occasioni di incontro negli spazi pubblici e favorire così nuove relazioni e nuovi legami”.

Il 6 luglio, alle ore 20.30, nel giardino della Biblioteca dei Ragazzi[e], con la “Big little band” si potrà assistere a un miniconcerto a cura dei musicisti in erba e band giovanili dell’Orchestra Music Hub della scuola di musica Napolitano per tutti-e, dagli 0 ai 99 anni.

Il 13 luglio alle ore 18, nel Planetario di Bari, l’evento “Ti racconto le stelle” condurrà i partecipanti in un viaggio tra le stelle e le storie mitologiche alla scoperta dei nomi e delle caratteristiche delle divinità greche. Realizzato in collaborazione con l’associazione Andromeda, l’evento è rivolto a bambine/i e famiglie che assisteranno alla spettacolare proiezione della volta celeste e delle sue costellazioni, i cui nomi e storie sono legate ai miti greci, accompagnati dall’animazione ad alta voce di letture sulle stelle e i personaggi mitologici tratte da libri, poesie ed albi di letteratura ragazzi.

Il 27 luglio, alle ore 18, sul waterfront di San Girolamo-Fesca, si terrà “A ciel sereno”, un incontro animato da musica e letture ad alta voce dedicato al tema della pace, dell’amicizia, dell’accoglienza. Saranno presenti raccontastorie realizzati con la tecnica del kamishibai, il classico teatrino giapponese.

Il 3 agosto, alle ore 18 nel parco cittadino Don Tonino Bello, si terrà “Con la lente di ingrandimento”, un’intrigante caccia al tesoro letteraria a squadre tra indovinelli e prove di abilità evento per bambini/e dai 6 anni in su e famiglie.

Dall’1 al 3 settembre, alle ore 18, nel giardino della Biblioteca dei Ragazzi[e] si terrà “Teatro nel Parco”, che proporrà una minirassegna con spettacoli di teatro di figura, narrazione, clownerie e giocoleria, rivolti a bambini/e dai 4 anni in su e alle loro famiglie.

Accanto a questi eventi, dal 27 giugno al 4 settembre, sempre nel giardino della Biblioteca dei Ragazzi[e], “Agorà” proporrà attività educativo culturali, ludico ricreative, ambientali e psico-fisiche-energetiche per bambini/e dai 3 anni in su e le loro famiglie, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, con una sospensione dall’8 al 20 agosto per le ferie estive.

Tra le attività previste vi sono “Inventare, costruire, giocare”, ovvero atelier creativi, ogni lunedì e mercoledì alle 17.30; “Ortobimbo” con l’allestimento e la cura dell’orto estivo ogni giovedì alle 18; “Namastè yoga” per i piccoli, tutti martedì di luglio alle 18; “Alberi parlanti”, con letture ad alta voce sotto gli alberi, ogni venerdì alle 18; la Ludoteca al parco, i tornei e la little free library, dal lunedì al venerdì.

Sull’intero territorio barese si terranno inoltre una serie di attività promosse dalla rete Bari Social Book e dalla rete Bari Social Summer che avranno luogo nelle sedi dei servizi di welfare cittadino.

Il programma completo è disponibile qui.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

2022-estate-leggerà flyer

2022-estate-leggerà flyer 2

Con l'arrivo della primavera, gli atelier permanenti del progetto "E se diventi farfalla", rivolto a bambini e bambine dai 3 anni ai 6 anni e famiglie, si spostano nell'area verde del Centro Futura all'interno di Parco 2 Giugno a Bari.

Piccoli esploratori muniti di curiosità, taccuino, visore e creatività andranno alla ricerca, scoperta e raccolta di oggetti naturali particolari per trasformarli, insieme con i loro accompagnatori adulti, in opere d'arte individuali e collettive.

Appuntamenti ogni martedì e giovedì a partire dalle 17,15. La partecipazione è gratuita previa prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il progetto "E se diventi farfalla" è selezionato dall'impresa sociale "Con i Bambini" nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

Sezione Ragazzi Biblioteca De Gemmis Bari salaInaugura la sezione Ragazzi della Biblioteca De Gemmis - Città metropolitana di Bari (Complesso di Santa Teresa dei Maschi, Strada Lamberti, 4), gestita da Progetto Città dopo l'esperienza della Biblioteca Dei Ragazzi-e Bari e della Biblioteca dei ragazzi del Comune di Noicattaro.

 

Nel nuovo coloratissimo spazio al piano terra, con tavoli, sedie, tappeti, sono previste numerose novità, tra cui:

 

 - letture ad alta voce di albi illustrati;

 - testi per minori con difficoltà di linguaggio o di apprendimento;

 - letture con i libri tattili e in braille;

 - laboratori artistico-creativi;

 - attività di gaming library e laboratori con le scuole.

 

"Questo è uno spazio di crescita dove i bambini dovranno sentirsi a casa", ha commentato il sindaco Antonio Decaro, presente all'inaugurazione. "Sono i luoghi dove si costruisce la comunità, una comunità educante che intende fornire alle famiglie e agli stessi bambini gli strumenti per scegliere di crescere in un certo modo invece che in un altro. Questo è un seme che piantiamo insieme agli altri semi piantati in passato e che oggi stanno crescendo. Quindi non posso che augurare a questo luogo buona vita con la speranza che siano tanti i bambini che di qui passeranno e impareranno qualcosa in più su se stessi e sul mondo di cui vorranno far parte".

 

Gli orari di apertura del servizio sono: lunedì, martedì e giovedì dalle 16 alle 19 e mercoledì dalle 10 alle 13.

I lavori sono stati finanziati nell'ambito dell'avviso regionale "Smart-In: Community Library".

Sezione Ragazzi Biblioteca De Gemmis BariSezione Ragazzi Biblioteca De Gemmis Bari DecaroSezione Ragazzi Biblioteca De Gemmis Bari staffSezione Ragazzi Biblioteca De Gemmis Bari ingresso

 

labirintimiCopiaAl via LABIRINTIMI, una vera e propria “stanza delle meraviglie” in cui perdersi tra finestre e fili colorati. Un allestimento ludico-artistico messo in piedi a misura di bambino e ai bambini e alle bambine dedicato (in particolare a quelli da 2 a 6 anni). Si tratta di un’iniziativa che prende spunto dalla struttura e dalla figura allegorica del labirinto, in quanto simboo, sin dall’antichità, dell’istinto di viaggiare, perdersi, nascondersi e attivare una propria originale, intima e personale ricerca di sé e della propria identità.

La scelta del labirinto è, dunque, un invito alla scoperta di se stessi, al confronto e alla ricerca nella speranza che l’iniziativa possa unire i più piccoli in un gioco di riflessione e scambio tra loro, ma anche in compagnia di un adulto. Chi sceglierà di unirsi a questo percorso, si muoverà in una sorta di “rito di iniziazione” attraversando tende graficamente colorate e si sposterà poi in sette micro-ambienti che propongono specifiche esperienze sensoriali e attività di gruppo.

Nello specifico le tende, che saranno colorate di rosso grazie al supporto della luce di piccole torce, vogliono essere uno spazio nel quale soffermarsi a sentire e raccontare delle storie; le finestre blu permetteranno invece una sorta di immersione in piccoli fantasiosi mari da poter toccare e, ancora, le tende verdi si vestiranno a spazi nei quali ciascun bambino e ciascuna bambina utilizzerà vari oggetti per produrre suoni.

Dall’udito al tatto e dal tatto alla vista, le finestre colorate di giallo offriranno a grandi e piccini la possibilità di guardarsi e rappresentarsi negli specchi. Muoversi in questo labirinto sarà anche occasione di spostare leggère strutture appese (davanti alle finistre colorate di blu), manipolare sagome di cartone da incastrare tra loro (di fronte alle finestre viola) e, infine, di giocare, leggere e sognare con elementi colorati (sullo sfondo delle finestre arancioni).

In ognuno degli spazi sopra elencati è presente una piccola griglia con fili di lana abbinati al colore degli spazi che piccoli e grandi visitatori potranno raccogliere, a testimonianza del loro passaggio, e che potranno poi annodare fra loro per poter uscire, come fece Teseo con l’aiuto di Arianna e del suo filo, dal labirinto.

La fantasia che abbraccia il mito e l’entusiasmo si incontra quindi nella visita a LABIRINTIMI, nel Centro Ludico Prima Infanzia “Don Tonino Bello” in via M. Gandhi a Bari, dal 3 febbraio al 30 aprile 2022 ogni giovedì e sabato dalle ore 16.00 alle 19.00, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 13.00.

L’ingresso è gratuito su prenotazione, i bambini e le bambine accedono con mascherina. È necessario il green pass rafforzato per adulti.

Per maggiori info, telefonare al 080 9262102 (martedì-giovedì  e sabato ore 16.00-19.00 e domenica ore 10.00-13.00) o scrivere a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per le prenotazioni: https://forms.gle/ArZcu7AJBR9HzxAY6

Scheda Labirintami

Questo sito utilizza cookie. Continuando nella navigazione ne acconsenti l'utilizzo Maggiori informazioni